Benvenuti a Idrope News

latorre2015

Idrope News (www.idrope.info)  è il blog associato al mio sito web principale www.drlatorre.info
È, in pratica, una versione dinamica con la possibilità di ampliare ulteriormente i contenuti con la partecipazione attiva di tutti gli utenti. In questo blog vengono presentati e commentati temi vari correlati ai disturbi dell’orecchio interno e all’ idrope, inclusi argomenti che non vengono discussi nel sito principale. Parliamo quindi, in queste pagine, di acufeni, vertigini e disturbi dell’equilibrio, ipoacusia, sensazione di orecchio chiuso o di pressione nell’orecchio (fullness), Malattia o Sindrome di Meniere, diagnosi (giuste o più spesso sbagliate) e cure, incluse quelle che non hanno alcun fondamento e non potranno mai essere di aiuto. E’ anche lo spazio giusto per commentare articoli scientifici o altri siti web che si trovano in giro. Spero diate il vostro contributo rendendo questo spazio dinamico e flessibile, lasciando i vostri commenti.

Dott. Andrea La Torre
Specialista in Otorinolaringoiatria

154 risposte a “Benvenuti a Idrope News

  1. Anonimo

    Gent.mo dr. La Torre, desidererei avere un suo parere circa acufeni pulsanti..in passato ho fatto RM encefalo senza contrasto negativa ECG carotide negativa cosa posso fare specialmente di notte nel silenzio sono fastidiosissimi cosa mi consiglia? Grazie saluti

  2. Giuseppe

    Dott la torre le spiegò il mio problema io soffro da anni perdita di equilibrio e diminuzione dell udito ma da natale 2013 questi disturbi ce li o tutti i giorni

  3. io sono scettico non perché ritengo che la medicina che sta nella statistica sia la sola a dover funzionare ma credo che le variabili riconducibili agli effetti di una vertigine soggettiva siano numerose e spesso neanche conosciute, soprattutto per quanto attiene la condizione psicologica. Personalmente soffro di vertigine soggettiva da quasi 40 anni (avevo 20 anni) ho fatto di tutto e di piu’, sono stato anche alle messe liberatorie di padre Milingo ma tutt’ora ho i miei sintomi con i quali NON HO IMPARATO A CONVIVERE anche se non mi fanno piu’ paura come all’inizio. Purtroppo nel mio caso, citando il grande B. Pascal: “Non si puo’ ignorare tutto ma neppure conoscere tutto”. In certe situazioni non ci sono bacchette magiche per cui bisogna partire sempre da una condizione soggettiva e mai da una oggettiva perché forse non tutti lo pensano ma anche la medicina è una scienza prima di tutto statistica, ossia le probabilità di errore sussistono sempre e comunque e forse io sono stato una di queste. E’ normale che un sintomo che diviene poi persistente e spesso invalidante va ad intaccare l’intera persona (mente-corpo e spirito) cambiandone anche le sue abitudini. E’ normale che chi soffre di vertigini soggettive possa poi sviluppare: Agorafobia, Sindrome da attacchi di panico, depressione reattiva, ansia, aggressività, mancate relazioni e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Ricorrere agli psicofarmaci diviene un percorso obbligato (non lo è stato per me) perché gli stessi ti riducono la sintomatologia che le sindrome suddette descritte possono comportare ma poi piano piano devi aumentare la dose, di conseguenza gli effetti collaterali che comunque sussistono e che possono essere, sempre secondo la statistica, piu’ o meno evidenti etc. Ovviamente non voglio negare né la speranza né il fatto di una possibile guarigione per chi soffre di questi disturbi ma solo portare la testimonianza di una persona che forse è “naturalmente normale” nella condizione in cui versa da circa 40 anni, è un po’ come nascere con gli occhi azzurri o castani. Personalmente mi sono rassegnato soprattutto dopo aver fatto tutto cio’ che era nelle mie possibilità ivi compreso prendere una laurea in psicologia clinica e altre decine e decine di formazioni per poter capire se: “Ci sono o ci faccio”. Buona fortuna a tutti.

    • Il problema è che nella maggior parte dei casi il.pazienti ha i sintomi in rapporto cronologico inverso a ansia agoragobia attacchi di panico… e c’è storia di stress come fattore favorente… quindi non sono le vertigini a creare primariamente i fattori psichici (ma il circolo vizioso c’è)

  4. Salve dottore, io sarei intenzionato a iniziare una cura da lei ma dopo essere stato dal mio otorino mi è venuto qualche dubbio. Il mio otorino mi ha detto che ha sentito parlare di lei e dei sui studi e mi ha riferito che non sono basati su fondamenti scentifici e perciò sono un po campati per aria nel senso che non ha mai pubblicato quanti pazienti ha curato effetivamente con la sua cura e quanti non ha curato. In seguito mi ha detto che una cura del genere potrebbe anche essere pericolosa per le orecchie e arrecare danni di conseguenza. Lei cosa mi sa dire a riguardo?

  5. alessandro

    fa ancora la consulenza via skype? io ho 17 anni e soffro di acufene e sono già andato dalll’otorino e il 10 aprile dovrò fare una risonanza alla testa, cosa ne pensa lei del mio caso, io sarei intenzionato a pagare per la consulenza online ma non sapendo se tale servizio è ancora in atto le vorrei chiedere ciò per poi eventualmente procedere

  6. Salve a tutti, mi chiamo Giuseppe, da pochissimo tempo seguo questo blog poiché faccio parte della schiera di coloro ai quali è stata diagnosticata la sindrome di Meniere . Preciso una cosa, non sono un paziente del Dott. La Torre, mi sto facendo seguire da uno specialista, tuttavia voglio fare i complimenti al Dottore per le utili e semplici spiegazioni che da in merito. Non sto qui a dissertare sul mio disturbo (sintomatologia ecc) ma sarei felice se ci fosse uno scambio di opinioni tra pazienti e comunità medico scientifica al fine di approfondire le ricerche sulle cause di questo disturbo (preferisco non usare la parola malattia). Rinnovo i complimenti al Dott. La Torre e resto a disposizione dei blogger di questo sito.

  7. Gianpiero

    Io dal 1993 in seguito a sensazione di ovattamento all’orecchio sx associato ad attacco vertiginoso violento e perdita consistente dell’udito alle frequenze basse (circa 50%) ho avuto una diagnosi di sindrome di meniere. da allora ho un acufene importante, un rumore misto fra un sibilo e un senso di ovattamento ( la sensazione è simile a quando uno si prende uno schiaffo nell’orecchio che dura qualche secondo ) che ame dura da 20 anni. Però a differenza di altri a me questo acufene in giornata di particolare stress è sensibilmente pulsante ed aumenta sopratutto in occasione delle crisi vertiginose che mi sono tornate dopo 20 anni . Ho fatto innumerevoli risonanze magnetiche avendo sempre da allora un adenoma ipofisario prolattinosecernente ! Ora il mio dubbio è : possibile che abbiano sbagliato diagnosi e magari meniere non c’entra nulla e proprio l’adneoma abbia scatenato sta cosa.? Magari per 20 anni ho perso udito per niente e forse è curabilissimo ?

    • Quello che era stato approvato e aveva già avuto risposta era uno sul diuretico in altra pagina… Attenzione a non confondere idrope (meccanismo), sindrome di Meniere (insieme di sintomi tipici) e adenoma (patologia che lei mi chiede se può essere causa)… Una causa/patologia X potrebbe essere la casua di idrope che a sua volta è la base dei sintomi della sindrome di Meniere (ma non solo).. Nella pratica credo che l’adenoma non c’entri assolutamente nulla…

  8. Uno problema molto grosso che affronto in quanto paziente è la valutazione dell’intensità dell’acufene per poter comunicare al medico l’esito della cura. Al momento posso solo dire che esistono tre situazioni chiare: assenza totale (non sento nulla), presente ma tollerabile (riesco a lavorare), devastante (non riesco a concentrarmi su nulla e guardo il muro). Mi è molto difficile distinguere altre sfumature perché ho l’impressione che possano avere una notevole componente soggettiva. La mi domanda per cui è la seguente: esistono metodi, seppure in sperimentazione oppure non comunemente accessibili, che permettano di misurare un qualche cosa (conduttività, attività di una particolare area cerebrale, o che so altro) correlato con l’intensità oggettiva di un acufene ?

  9. Gianpiero

    Avevo postato un quesito in merito al mio caso clinico che sarebbe stato interessante per tutti al di là della consulenza che sono consapevole essere a pagamento. Era solo una richiesta di parere GENERALE. Ma è stato moderato e cancellato ! Si può sapere il perchè? Avevo intenzione di rivolgermi a Lei ma questa cosa mi lascia perplesso .
    Distinti saluti

    Gianpiero

  10. Gianpiero

    misunderstanding !!

    Mi scuso … ho visto ora che il mio commento non è stato cancellato ma semplicemente non moderato ! immagino per il poco tempo a sua disposizione.
    cordiali saluti

    Gianpiero

    • Tutti i commenti vengono moderati… ma nel caso specifico il suo mi sembra sia stato perfino approvato e ha avuto risposta… In effetti ne ricevo tantissimi e li guardo solo a gruppi ogni tanto… anche perchè la maggior parte purtroppo chiedono solo consulenze e pareri nonostante sia espressamente indicato di non farlo in questo modo

  11. Ssrs

    egregio dottore la torre….vado dal medico perché sto impazzendo nn dormo xke ho nausea,vertigini..tachicardia… Pauraaaa!!! Mi si dice di prendere Microser, diazepan.. Fare massaggi e camminate…il mal di testa è devastante..ho crisi di pianto perché nn sopporto nessun rumore…faccio vari consulti e la maggior parte diagnosticato sindrome di menier o peggio..stress e ansia…ora leggo i suoi scritti…e capisco che fin ora ho incontrato solo quei famosi medici di cui parlava tempo fa…x i quali noi siamo solo numeri!!!! Appena possibile provvederò a contattarla.perché credo che chi dice le cose pane al pane come si dice da noi…meriti attenzione!! Complimenti

  12. Matia

    Quando sugli acufeni si sovrappongano dei lunghi fischi che durano pochi secondi e che fanno perdere l’equilibrio, dipende sempre dalla stessa causa?! (ne soffro da 10 anni, gli ultimi 3 sono costanti e sempre presenti, anche in pieno giorno con i rumori esterni e non so assolutamente la causa.. Mi sono convinta di conviverci.. Non prenderò mai medicinali)

    • Al di la della decisione di non fare nulla, perfettamente condivisibile se non ha particolari fastidi, meno per immotivata paura nei confronti dei farmaci… la domanda è complessa…

      Gli acufeni che durano pochi secondi e si accompagnano a perdita di equilibrio (ma non causata dall’acufene che è un sintomo e non causa altro sintomo) sono dovuti con certezza a transitori episodi di idrope, così come lo è il disequilibrio, ma altrettanto non posso dire circa l’acufene costante che potrebbe essere da da idrope in parte o in tutto oppure no e non lo si può sapere se non valutando la risposta alla terapia.

      • Matia

        La ringrazio per aver risposto.. Ho deciso di non cominciare nessuna terapia perché nessuno mi ha dato una diagnosi precisa..Gli acufeni hanno avuto una data ben precisa (dieci anni fa) perché sono cominciati dopo dei sintomi “strani” durati poche ore (vertigini, no svenimento,
        difficoltà a camminare, sensazione di camminare su un pavimento molle e
        preciso che le vertigini sono
        cominciate ad occhi chiusi perché
        stavo dormendo). Diverse volte ho avuto sensazioni di orecchie ovattate senza raffreddamenti.. Scusi se mi dilungo.. Non le chiedo di dirmi cos’ho perché non mi interessa piú.. Ci convivo.. La

      • Nessuno può dare diagnosi precise in questo settore, perchè manca l’eziologia ovvero la causa primaria, ma quel che sappiamo permette già di fare terapia e per alcuni sintomi (esempio il disequilibrio che riferisce) sempre con esito positivo.

  13. Matia

    Ops con il cellulare è difficile scrivere… Ciò che le chiedevo.. In poche parole è possibile avere due “suoni” diversi sovrapposti contemporaneamente?! Pardon ma è davvero difficile scrivere con questa tastiera!! Grazie di nuovo e buon ferragosto!

  14. Sergio

    Egregio Dottore, vorrei chiederle se è trattabile un’ acufene orecchio dx dopo 20 anni dall’insorgenza pur continuando a fluttuare e con perdita di udito sui toni gravi in fase stabile anche se ultimamente si sono aggiunte pulsazioni all’orecchio sx .

  15. Nunzia Sannino

    Salve,
    ho letto dei suoi articoli in materia di traumi acustici, che ho trovato molto interessanti.
    Ho però dei dubbi. Quando si parla di danni provocati dall’esposizione a rumori d’intensità 80-95 db per periodi prolungati di tempo, di preciso si fa riferimento anche a esposizioni singole ma della durata di molte ore (per esempio, ascoltare per tot ore musica a volume 85/90 db in cuffia)?

  16. Daniela

    Mi hanno segnalato il sito Tinnitus Talk, che sembra avere un alto livello di organizzazione. È abbastanza complesso ed ad una prima occhiata non sono riuscita a capire a chi afferisca. Se ne è per caso già fatta un’opinione?

    • In generale sono sempre contro ai forum gestiti direttamente dai pazienti, spesso peraltro manipolati da medici dietro. Nel caso specifico poi in quel sito ho già visto attacchi del tutto illogici a me da gente che manco sa chi sono.

  17. silvia

    salve dottore ho gli acufeni da 2 mesi…mi hanno proposto infiltrazioni intratimpaniche di cortisone…che ne pensa??oppure terapia per 1 giorni di cortisone..grazie silvia

    • Nella mia specifica esperienza (io però facevo inserire direttamente al paziente il cortisone attraverso drebnaggio transtimpanico) non offrono nessun vantaggio rispetto alla terapia parenterale (iniezioni) e in generale per via sistemica e anzi semmai sono meno efficaci visto che il reale assorbimento è incerto e costringono a dispendere dallo specialista oltre ad essere spesso dolorose.

  18. Daniela

    Acufene monolaterale fluttuante in intensità e natura del rumore, ma mai (se si esclude una singola volta in due anni durante la notte) a zero. Sono giá due volte che dopo viaggi in aereo rumorosi e scomodi si soprappongono ulteriori rumori legati ai movimenti della testa e degli occhi simili al passaggio di una macchina di formula 1. Sembrano chiaramente legati a contrazioni muscolari, tanto che dopo qualche giorno spariscono con trattamenti fisioterapici, movimenti di scioglimento e riscaldamento, e magari si ripresentano solo la mattina, ma per tempi veramente brevi. Come lo spiega un effetto del genere ? La parte non acufenizzata non è assolutamente toccata da questo fenomeno.

  19. Piero

    Buongiorno,
    ho un grosso dubbio sulla sua terapia (o, per lo meno, su quello che sono riuscito a capirci a riguardo), e non riguarda la sua efficacia o meno sull’idrope. Personalmente godo di un invidiabile stato di salute – tranne un problema di ipoacusia e acufeni – ma ho più volte constatato che cambiare di poco le mie abitudini (alimentari, sonno/veglia, attività fisica) aveva degli effetti devastanti sul mio stato di salute generale, percepiti da me come assai più invalidanti rispetto al problema alle orecchie. Stante quello che viene proposto come terapia, credo che, acufeni o meno, starei malissimo. Ha riscontrato fenomeni simili su altri pazienti?

    • per lo più stanno meglio non peggio visto e non si deve cambiare stile di vita… la dieta dura dieci giorni… l’attività fisica la si vieta solo in quei giorni…i farmaci non danno particolari effetti negativi, bere tanto fa solo bene

  20. Mirko Falconi

    Chiedo scusa dottore, ma è vero che da una RM con contrasto si puo vedere effettivamente tutto dell orecchio? Nello specifico problemi come eventuali otosclerosi, malfunzionamento tubarico e altri problemi relativi alla struttura? E in alcuni casi perfino l idrope?
    Le dico la verita.. ho girato 3 otorini e mi sembra che di voglia di ragionare sul mio problema di acufeni ne abbiano ben poca..
    Grazie mille in anticipo, per scrupolo finiro’ degli esami specifici,( ecocolordoppler, una ulteriore Rm con contrasto) ed esami alla mano sicuramente le prenotero’ un consulto tra dicembre e primi dell anno nuovo.

    • No.. non è vero… si ritiene che sia possibile visualizzare con uno specifico tipo di risonanza magnetica con contrasto nell’orecchio visualizzare dilatazioni dell’orecchio interno ma ai fini pratici comunque non ci facciamo nulla visto che il problema non è sapere se si ha l’idrope (che non è escluso da una RM che non lo mostri) ma se esiste rapporto causa effetto tra quel che si trova e i sintomi. Oltre il 50% delle persone senza alcun sintomo può avere idrope. Lasci stare il doppler che non serve a nulla… Se si fida di me al punto di dire prenoterò SICURAMENTE un consulto allora si fidi anche del fatto che se non chiedo esami pur avendone fatti tantissimi è perchè non servono.

  21. Tina conti

    Interessante e aiuta a capire le varie situazioni

  22. Fra

    Credo di aver sofferto di idrope fino ad alcuni anni fa con sensazione molto forte di orecchio chiuso e acufene che sembrava il rombo di un motore di una nave! Non ho avuto alcuna diagnosi nonostante una miriade di accertamenti fatti e visite mediche, mi mancava di andare solo dallo stregone! Poi tanto per disintossicarmi da tutte le medicine prese inutilmente ho cominciato a bere tre litri al giorno e miracolosamente ogni volta dopo due ore che bevevo ogni sintomo passava. Adesso non ho praticamente nulla tranne un leggero acufene ad un orecchio che sento se mi concentro solo nel silenzio completo e a cui non faccio caso. A volte dimentico anche di bere a arrivo a mala pena a un litro ma non ho peggioramenti.
    Vorrei sapere: posso affrontare una rinoplastica? Potrebbe creare scompensi di qualche tipo?

  23. Cris

    Salve Dott. La Torre, vorrei sapere se la sindrome di Minor può essere curata con la Sua terapia. Ho letto, infatti, che nella Sua spiegazione è lei stessa a citare questa sindrome come curabile.
    La motivazione della richiesta è che la deiescenza del canale semicircolare superiore, secondo molti otorinolaringoiatri, deve essere solamente operata.
    Cosa ne pensa?

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...