Benvenuti a Idrope News

Dr. La Torre

Idrope News  è il blog associato al mio sito web principale www.idrope.com.
È, in pratica, una versione dinamica con la possibilità di ampliare ulteriormente i contenuti con la partecipazione attiva di tutti gli utenti. In questo blog vengono presentati e commentati temi vari correlati ai disturbi dell’orecchio interno e all’ idrope, inclusi argomenti che non vengono discussi nel sito principale. Parliamo quindi, in queste pagine, di acufeni, vertigini e disturbi dell’equilibrio, ipoacusia, sensazione di orecchio chiuso o di pressione nell’orecchio (fullness), Malattia o Sindrome di Meniere, diagnosi (giuste o più spesso sbagliate) e cure, incluse quelle che non hanno alcun fondamento e non potranno mai essere di aiuto. E’ anche lo spazio giusto per commentare articoli scientifici o altri siti web che si trovano in giro. Spero diate il vostro contributo rendendo questo spazio dinamico e flessibile, lasciando i vostri commenti. Come prima cosa potete iniziare rispondendo a questo sondaggio per farmi conoscere il motivo del vostro interesse, come pazienti o professionale.


Per accedere ai vari post potete scegliere la categoria, scegliere lo specifico articolo che vi interessa o, attraverso il link TUTTI I POST, presente in ogni pagina, leggerli in sequenza,  da quelli più recenti a quelli pubblicati da più tempo.

Questo spazio è ovviamente aperto a tutti  sia pazienti, che medici o comunque addetti ai lavori. In particolare, anche se, dopo anni, la speranza di veder partecipare a una mia iniziativa i miei colleghi è piuttosto vana, è particolarmente gradita la partecipazione degli specialisti del settore. Ovviamente prego tutti i visitatori , essendo argomenti già spesso discussi in modo “caldo” in altri spazi, di mantenervi sul piano della correttezza nei vostri post e di non attaccare mai nessuno, altri utenti o medici con i quali potete aver avuto esperienze negative. I commenti sono comunque moderati e necessitano della mia approvazione prima della pubblicazione, ma spero di poterli sempre approvare tutti.  Grazie

Dott. Andrea La Torre
Specialista in Otorinolaringoiatria

116 risposte a “Benvenuti a Idrope News

  1. Anonimo

    Gent.mo dr. La Torre, desidererei avere un suo parere circa acufeni pulsanti..in passato ho fatto RM encefalo senza contrasto negativa ECG carotide negativa cosa posso fare specialmente di notte nel silenzio sono fastidiosissimi cosa mi consiglia? Grazie saluti

  2. Giuseppe

    Dott la torre le spiegò il mio problema io soffro da anni perdita di equilibrio e diminuzione dell udito ma da natale 2013 questi disturbi ce li o tutti i giorni

  3. io sono scettico non perché ritengo che la medicina che sta nella statistica sia la sola a dover funzionare ma credo che le variabili riconducibili agli effetti di una vertigine soggettiva siano numerose e spesso neanche conosciute, soprattutto per quanto attiene la condizione psicologica. Personalmente soffro di vertigine soggettiva da quasi 40 anni (avevo 20 anni) ho fatto di tutto e di piu’, sono stato anche alle messe liberatorie di padre Milingo ma tutt’ora ho i miei sintomi con i quali NON HO IMPARATO A CONVIVERE anche se non mi fanno piu’ paura come all’inizio. Purtroppo nel mio caso, citando il grande B. Pascal: “Non si puo’ ignorare tutto ma neppure conoscere tutto”. In certe situazioni non ci sono bacchette magiche per cui bisogna partire sempre da una condizione soggettiva e mai da una oggettiva perché forse non tutti lo pensano ma anche la medicina è una scienza prima di tutto statistica, ossia le probabilità di errore sussistono sempre e comunque e forse io sono stato una di queste. E’ normale che un sintomo che diviene poi persistente e spesso invalidante va ad intaccare l’intera persona (mente-corpo e spirito) cambiandone anche le sue abitudini. E’ normale che chi soffre di vertigini soggettive possa poi sviluppare: Agorafobia, Sindrome da attacchi di panico, depressione reattiva, ansia, aggressività, mancate relazioni e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Ricorrere agli psicofarmaci diviene un percorso obbligato (non lo è stato per me) perché gli stessi ti riducono la sintomatologia che le sindrome suddette descritte possono comportare ma poi piano piano devi aumentare la dose, di conseguenza gli effetti collaterali che comunque sussistono e che possono essere, sempre secondo la statistica, piu’ o meno evidenti etc. Ovviamente non voglio negare né la speranza né il fatto di una possibile guarigione per chi soffre di questi disturbi ma solo portare la testimonianza di una persona che forse è “naturalmente normale” nella condizione in cui versa da circa 40 anni, è un po’ come nascere con gli occhi azzurri o castani. Personalmente mi sono rassegnato soprattutto dopo aver fatto tutto cio’ che era nelle mie possibilità ivi compreso prendere una laurea in psicologia clinica e altre decine e decine di formazioni per poter capire se: “Ci sono o ci faccio”. Buona fortuna a tutti.

    • Il problema è che nella maggior parte dei casi il.pazienti ha i sintomi in rapporto cronologico inverso a ansia agoragobia attacchi di panico… e c’è storia di stress come fattore favorente… quindi non sono le vertigini a creare primariamente i fattori psichici (ma il circolo vizioso c’è)

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...